Le Officine Cinema Teatro Musica

con il sostegno di

Regione Liguria Unione Europea Fondazione De Mari Europa Cinemas

partner

Savona e Dintorni Libraccio Savona Radio SkyLab Fai

 
   
di Claude Lelouch, con Jean-Louis Trintignant, Anouk Aimée, Monica Bellucci - Fra 2019, 90’ 

ven 27 settembre (18.00 - 21.15)
sab 28 settembre (17.30 - 20.30 - 22.30)
dom 29 settembre (15.30 - 17.30 - 20.30 - 22.30)
lun 30 settembre (15.30 - 18.00 - 20.30) 
  

Jean-Louis Duroc, un tempo campione a livello internazionale di auto da corsa, si trova ora in una casa di riposo. La sua memoria talvolta vacilla ma su un punto rimane stabile: il ricordo della storia d'amore vissuta con Anne Gauthier 50 anni prima. Il figlio Antoine ne è consapevole e decide di cercarla per chiederle di incontrare suo padre. Anne accetta… 
  
Claude Lelouch ama da sempre giocare con il cinema, con una libertà che spesso gli è stata rimproverata, così come la dipendenza nei suoi film dall’emozione e dall’amore. Il suo maggior successo, il fillm che lo ha reso noto nel mondo, con la Palma d’oro a Cannes e l’Oscar per il miglior film straniero, fu nel 1966 "Un uomo, una donna". La storia d’amore fulminante, nata sulla spiaggia di Deauville, fra un pilota di auto da corsa, Jean-Louis e Anne, segretaria d’edizione nel cinema. I due si incontrano e si amano in maniera travolgente. Lelouch era già tornato a far visita ai suoi personaggi, nel 1986, in "Un uomo e una donna, oggi". Questa volta però lo fa in grande stile, a oltre cinquant’anni di distanza. Romantica variazione sul tema della passione e della predestinazione degli incontri amorosi, "I migliori anni della nostra vita" è un'istantanea confortante sull'amore e il senso del tempo. Lelouch non tradisce lo spettatore, continua a divertirsi nell'evocare la seduzione della memoria e riporta i suoi personaggi, con dolcezza e malinconia, sulla spiaggia di Deauville, rivisitando passioni senza peccato e cogliendo tutte le sottigliezze delle infinite possibilità narrative del melodramma sentimentale. Il regista contamina generi e storie, cita se stesso con la curiosità infantile dello sguardo, compiendo un viaggio nel tempo dell'esistenza e del cinema, tra Nouvelle Vague e classicità. Nella sua trilogia prevale la forza dell'attrazione, la capacità di leggere con indulgenza l'incapacità maschile di cogliere segnali e suggestioni, in un divertimento narrativo intimo, originale e affascinante con la leggerezza dell'ironia. 
 
 
 
Sito ufficiale italiano 
 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
ArciRaindogsCattivi Maestri Nuovofilmstudio
   © Consorzio Officine Solimano APS Arci - Piazza Rebagliati - 17100 Savona - C.F.92093810098                  • 02 giugno 2020 •