Le Officine Cinema Teatro Musica

con il sostegno di

Regione Liguria Unione Europea Fondazione De Mari Europa Cinemas Fondazione San Paolo

partner

Savona e Dintorni Libraccio Savona Radio SkyLab Fai
  
  
di Ryûsuke Hamaguchi, con Hidetoshi Nishijima, Toko Miura, Reika Kirishima - Giappone 2021, 179’  
 
Premio per la miglior sceneggiatura al Festival di Cannes 2021  

  
gio 23 settembre (15.30 - 20.30)
ven 24 settembre (17.00 - 21.00)
sab 25 settembre (15.30 - 20.30)
dom 26 settembre (17.00 - 21.00)
lun 27 settembre (15.30)
mar 28 settembre (20.30)
mer 29 settembre (17.00)  

   
Potete acquistare i biglietti in sala prima degli spettacoli oppure in prevendita su https://www.liveticket.it/nuovofilmstudio (aprite il link in un browser esterno a Facebook, altrimenti non visualizzerete i posti disponibili!).  

Kafuku, un rinomato regista e interprete teatrale che non riesce a superare la perdita della moglie Oto, accetta di dirigere una produzione multilingue dello "Zio Vanja" di Cechov per un festival di Hiroshima. Lì conosce Misaki, una giovane donna silenziosa incaricata di fargli da autista e di guidare la sua macchina. Viaggio dopo viaggio, superate le reciproche riluttanze, Kafuku e Misaki lasceranno affiorare segreti e confidenze…  
 
Nuova stella nel panorama del cinema nipponico, Hamaguchi Ryusuke sta collezionando successi festivalieri uno dopo l’altro. A breve distanza dall’Orso d’argento Gran Premio della Giuria della Berlinale 2021 con “Il gioco del destino e della fantasia”, il giovane autore ha ottenuto il premio per la miglior sceneggiatura al Festival di Cannes 2021, con “Drive my car”, un adattamento libero di un racconto del grande scrittore Murakami Haruki. Hamaguchi incontra Murakami, gioca con Cechov e costruisce un’altissima riflessione sul potere del linguaggio, sui labirinti dell’amore, sulla capacità di rapportarci alle altre persone. Un road movie dell’anima, in equilibrio tra vita e rappresentazione, dove le solitudini dei personaggi (un regista, la sua giovane autista, gli attori e le attrici del suo laboratorio teatrale) si sfiorano, si guardano allo specchio, provano a decifrarsi. “Drive my car” è una Saab 900 rossa che macina chilometri e pensieri; un viaggio dentro ogni presente doloroso che cerca un’ipotesi di futuro.  
 
«Perché ho voluto girare un film basato sul racconto di Murakami? Perché le interazioni tra Kafuku e Misaki, i due protagonisti, avvengono all’interno di un’auto. E questo ha innescato i miei ricordi. Certe conversazioni, conversazioni intime, possono nascere solo all’interno di quello spazio chiuso e in movimento. Un luogo, in realtà un non-luogo, che ci aiuta a scoprire aspetti di noi stessi mai mostrati a nessuno. O pensieri che, prima, non sapevamo esprimere con le parole». (Ryûsuke Hamaguchi).  
  

  

  


  

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
ArciRaindogsCattivi Maestri Nuovofilmstudio
   © Consorzio Officine Solimano APS Arci - Piazza Rebagliati - 17100 Savona - C.F.92093810098                  • 25 ottobre 2021 •