Le Officine Cinema Teatro Musica
◄ Torna indietro

Virgin mountain

 

  • Martedì 28 Novembre 18:00

 
 
di Dagur Kári, con Gunnar Jonsson, Ilmur Kristjánsdóttir - Islanda 2015, 94'


mar 28 (18.00)
mer 29 (15.30 -21.15)


Fúsi a 43 anni vive ancora la madre e lavora come addetto ai bagagli in un aeroporto. Corpulento e introverso non ha mai avuto una fidanzata e subisce senza reagire i pesanti scherzi dei colleghi. L'attuale compagno della madre per il suo compleanno gli regala un cappello da cowboy e l'iscrizione a un corso di ballo country. Fúsi è
estremamente restio alla partecipazione ma l'incontro con la vivace Sjofn, una delle corsiste, lo spinge a provare...
Chi ha visto "Nói albinói" ancora se lo ricorda, e Dagur Kári è tornato alla grande con questo "Virgin Mountain", un altro delicato gioiello del quarantatreenne regista islandese. Ci voleva un film che arriva dalla periferica Islanda per ricordarci che si può fare un cinema intimistico senza per questo dover annoiare lo spettatore con silenzi chilometrici o solipsistici intellettualismi che aspirerebbero alla dignità della cinefilia senza riuscirvi. Dagur Kári, grazie anche alla straordinaria prestazione del protagonista Gunnar Jonsson, riesce a portare sullo schermo un corpo ingombrante che nasconde o, meglio, protegge un animo gentile che non ha ancora trovato la forza per liberarsi dalle catene di una soggezione filiale ormai soffocante. Kári sa cesellare i propripersonaggi senza cadere mai nel facile romanticismo. Sjofn è una donna vera, con la sua tenerezza, le sue aperture, i suoi segreti e i suoi timori. Fúsi, altruista come alcuni personaggi del cinema di Kaurismaki, con lei impara a vivere in modo nuovo. Il che non significa che tutto sia facile: "Virgin Mountain" non ignora l'esistenza della crudeltà ma tempera il tutto con la giusta dose di ironia. Punteggiato da un sottile umorismo nordico che ne alleggerisce il tono, è uno di quei film costruiti su piccole cose e impercettibili movimenti interiori in grado di rallegrare e commuovere insieme, che fa piacere scoprire.Da ingombranti come ci si sentiva prima ci si può trasformare in imponenti senza aver perso un etto ma avendo colto il valore di un'opportunità.



 
 

Nuovofilmstudio

  • Martedì 28 Novembre 18:00

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
ArciRaindogsCattivi Maestri Nuovofilmstudio
   © Consorzio Officine Solimano APS Arci - Piazza Rebagliati - 17100 Savona - C.F.92093810098                  • 21 novembre 2017 •