Le Officine Cinema Teatro Musica
◄ Torna indietro

Tutti lo sanno (Hame midanand)

 

  • Venerdì 9 Novembre 18:00
  • Venerdì 9 Novembre 21:15

 
di Asghar Farhadi, con Penélope Cruz, Javier Bardem, Ricardo Darìn, Eduard Fernàndez - Ita/Fra/Spa, 2018, 132’ 
  
ven 09 novembre (18.00 - 21.15)  
    
Laura ritorna nel paese della sua infanzia per partecipare al matrimonio della sorella. Lasciata anni prima la Spagna per l'Argentina, è sposata con uomo che non ama più e ha due figli che ama sopra ogni cosa. Nella provincia della Rioja con gli affetti più cari ritrova Paco, amico della giovinezza e compagno per una stagione. L'accoglienza è calorosa, il matrimonio da favola, i festeggiamenti esultanti, i gomiti alzati ma la gioia lascia improvvisamente il posto alla disperazione. La figlia di Laura viene rapita... 
 
Il ritorno del premio Oscar Asghar Farhadi – che due anni fa ha incantato Cannes con Il cliente – ripropone i temi cari alla sua poetica ricca di dinamiche interpersonali e dilemmi morali, mettendo al centro dell’indagine psicologica la fiducia tra i membri di una famiglia apparentemente unita ma in realtà percorsa da segreti gravosi e dolorose omissioni. Il maestro iraniano utilizza così il rapimento di Irene - figlia della protagonista Laura incarnata da Penelope Cruz - per porre i vari componenti l’uno di fronte all’altro, dando il via a dubbi e rivelazioni che finiranno per far luce su una realtà dominata da un profondo desiderio di salvare le apparenze, anche a costo di calpestare i sentimenti e i diritti dei singoli. Fin dall’inizio, Pablo - un notevole Javier Bardem - in nome dell’amore che lo ha legato alla moglie Laura sin dalla gioventù e del debito per aver acquistato da lei a poco prezzo la terra grazie alla quale ha fatto fortuna – si prodiga per risolvere la situazione, esponendosi in prima persona e lottando per scoprire i responsabili di un piano criminale che si rivela progressivamente sempre più carico di implicazioni tali da riaprire vecchie ferite. Sullo sfondo di una comunità in cui “tutti sanno tutto” tranne i diretti interessati, la pellicola ci parla di come l’opportunismo e l’avidità prendano spesso il sopravvento sul rispetto delle emozioni, proprie ed altrui, abituate ad essere messe a tacere rapidamente, anche di fronte ad eventi sconvolgenti e potenzialmente distruttivi per qualunque equilibrio, al fine di ottenere una salvezza che manca della caratteristica fondamentale, l’autenticità. Ecco allora e ancora insinuarsi, attraverso uno scambio di sguardi, il potenziale avvelenato della tragedia greca. Assistiamo così, progressivamente, a uno svelamento, a come un evento drammatico e sconvolgente porti a rivelare a ognuno le proprie debolezze. Non siamo mai pronti agli imprevisti e quando accadono i segreti riemergono e ci disorientano. Rivelandosi ancora una volta, l’ennesima, sceneggiatore di raffinata caratura, Farhadi tesse la sua tela in modo molto metodico, conducendoci a scoprire gli ingranaggi innescati dall'evento traumatico. Meccanismi che attivano le molle del passato e, attraverso una famiglia, arrivano a smascherare un’intera comunità. Splendido, infine, il contrasto cromatico utilizzato per far emergere quel lato oscuro che, frammento dopo frammento, si sostituirà ai colori saturi e privi di chiaroscuri voluti dal direttore della fotografia José Luis Alcaine per sottolineare l’apparente, effimera felicità del comunitario mondo rurale. 
   />Sito ufficiale italiano</a>"</a>"</a>"</a>"
 
 

Nuovofilmstudio

  • Venerdì 9 Novembre 18:00
  • Venerdì 9 Novembre 21:15

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
ArciRaindogsCattivi Maestri Nuovofilmstudio
   © Consorzio Officine Solimano APS Arci - Piazza Rebagliati - 17100 Savona - C.F.92093810098                  • 20 novembre 2018 •