Le Officine Cinema Teatro Musica
◄ Torna indietro

Santiago, Italia

 

  • Lunedì 10 Dicembre 15:30
  • Lunedì 10 Dicembre 18:00
  • Lunedì 10 Dicembre 20:30

 
di Nanni Moretti, con Nanni Moretti - Italia 2018, 80’                                                                                                                         

lun 10 dicembre (15.30 - 18.00 - 20.30)

Santiago, Italia racconta, attraverso le parole dei protagonisti e i materiali dell'epoca, i mesi successivi al colpo di stato dell'11 settembre 1973 che pose fine al governo democratico di Salvador Allende, e si concentra in particolare sul ruolo svolto dall'ambasciata italiana a Santiago. Da qui Nanni Moretti arriva a tratteggiare un’Italia perduta, popolare e solidale, che affondava le sue radici nella Resistenza. 
Il nuovo approdo di Moretti nell’ambito del documentario si caratterizza da subito per una doppia fondamentale valenza: memoria del passato e osservazione non riconciliabile rispetto alla contemporaneità. La prima parte del film è dedicata alla memoria e affronta attraverso i ricordi dei testimoni e le immagini d’epoca gli eventi che portarono Salvador Allende a essere eletto presidente del Cile, nel settembre del 1970. Quell’era che sembrava iniziare durò poco, solo un triennio. Poi arrivò il colpo di stato del generale Augusto Pinochet. La seconda parte della pellicola invece inizia a svilupparsi nel momento in cui viene introdotto il ruolo che svolse l’ambasciata italiana durante quelle drammatiche settimane. Un luogo considerato a ragione sicuro, nel quale trovarono ospitalità le persone in fuga dal regime, che vi entravano saltando - nel vero senso della parola - il basso muro di cinta. Attraverso il ricordo di quella sorta di rifugio politico istituito in modo quasi casuale, si giunge alla seconda parola del titolo, Italia. Ed è qui che il film trova la sua definitiva compiutezza presentando una galleria di esuli d’allora che raccontano il modo in cui la nostra nazione li accolse e li integrò nella società. Offrendogli la possibilità di sentire tutta la vicinanza umana, e non solo politica. Così, entrando nell’ultima parte di Santiago, Italia, si riesce a cogliere in profondità il senso dell’intera operazione portata a termine da Moretti. Com’eravamo? Come siamo diventati? Come è stato possibile? Avvolti in una quotidianità disseminatrice di paura, ansia e allarmi acquista un valore enorme ricordare che un’altra Italia è esistita. Un’Italia veramente popolare, memore della lotta partigiana, che era pronta a rispecchiarsi nell’altro, a trovare dei punti di connessione, a credere nel valore dell’umano esistere. A credere nella politica come luogo dell’incontro, dello scambio di pensieri e opinioni. Nel suo ultimo e celeberrimo discorso radiofonico alla nazione il presidente Allende disse: “Hanno la forza, potranno sottometterci, ma i processi sociali non si fermano né con il crimine né con la forza”. Aveva ragione. Si perdono con la mancanza di memoria.

 
 

Nuovofilmstudio

  • Lunedì 10 Dicembre 15:30
  • Lunedì 10 Dicembre 18:00
  • Lunedì 10 Dicembre 20:30

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
ArciRaindogsCattivi Maestri Nuovofilmstudio
   © Consorzio Officine Solimano APS Arci - Piazza Rebagliati - 17100 Savona - C.F.92093810098                  • 10 dicembre 2018 •