Le Officine Cinema Teatro Musica
◄ Torna indietro

Dolor y gloria

 
 

di Pedro Almodóvar, con Antonio Banderas, Penélope Cruz - Spa 2019, 113’ 
 

mar 16 luglio (15:30 - 21.15)
mer 17 luglio
(18.00) 
 
Premio per la migliore interpretazione maschile (Antonio Banderas) al Festival di Cannes 2019. 
 
Un racconto di una serie di ricongiungimenti di Salvador Mallo, un regista cinematografico oramai sul viale del tramonto. Alcuni sono fisici, altri ricordati: la sua infanzia negli anni '60 quando emigrò con i suoi genitori a Paterna, un comune situato nella provincia di Valencia, in cerca di fortuna; il primo desiderio; il suo primo amore da adulto nella Madrid degli anni '80; il dolore della rottura di questo amore quando era ancora vivo e palpitante; la scrittura come unica terapia per dimenticare l'indimenticabile; la precoce scoperta del cinema e il senso del vuoto causato dall'impossibilità di continuare a girare film. Nel recupero del suo passato, Salvador sente l'urgente necessità di narrarlo, e in quel bisogno trova anche la sua salvezza... 
 
Con Dolor y Gloria Pedro Almodovar, che quest'anno riceverà il Leone d'Oro alla carriera a Venezia, torna al massimo dello splendore parlando della creazione artistica e della difficoltà di separare la propria vita dalle passioni che le danno significato e speranza. Pur raccontando un dramma, e con la potenza di cui è maestro, Almodovar lo fa con stile sobrio, quasi asciutto. Con un linguaggio inizialmente didascalico introduce e poi scaraventa il pubblico nella vita di Salvador (Antonio Banderas), che assomiglia a lui come una goccia d’acqua. Il protagonista è un uomo stanco, che ha paura di non riuscire più a girare un film. Nel dipingere questo mondo di desideri perduti in cui si ritrova Salvador, con una madre più dura (prima Penelope Cruz poi Julieta Serrano) rispetto a quelle che hanno popolato le sue opere, il regista spagnolo abbandona il melodramma ma non le tinte vivaci che appartengono al suo passato e a quello del suo alter ego. E saranno i ricordi di bambino, adolescente innamorato della vita, a salvarlo, a dargli la forza di tornare a scrivere e soprattutto il desiderio di riprendere in mano il suo destino. Un percorso terapeutico attraverso il processo creativo, un’opera maestra piena di citazioni, cinematografiche e personali. Con Banderas strepitoso e una galleria di prove attoriali sensazionali.
 
 
 
 
Sito ufficiale italiano 
 
 
 
 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
ArciRaindogsCattivi Maestri Nuovofilmstudio
   © Consorzio Officine Solimano APS Arci - Piazza Rebagliati - 17100 Savona - C.F.92093810098                  • 21 luglio 2019 •