Le Officine Cinema Teatro Musica
◄ Torna indietro

The Irishman

 

  • Mercoledì 8 Gennaio 15:30
  • Mercoledì 8 Gennaio 20:30

 
di Martin Scorsese, con Robert De Niro, Al Pacino, Joe Pesci, Harvey Keitel - USA 2019, 209’ – disponibile unicamente in inglese con sottotitoli italiani
ingresso aperto a tutti 9€, tesserati arci 6€, soci sostenitori 5€

mer 8 gennaio 15.30 - 20.30

Frank Sheeran, detto "The Irishman", è un veterano della Seconda Guerra Mondiale e un autista di camion quando incontra l'uomo del destino, Russell Bufalino, boss della mafia a Filadelfia, che vede in lui il tratto principale di un buon ufficiale: l'affidabilità. Le famiglie di Frank e Russell stringono un'amicizia che va al di là del business. Russell è così fiero di Frank che lo presenta a Jimmy Hoffa, il capo del sindacato dei camionisti, più popolare di Elvis e dei Beatles messi insieme. Hoffa è vulcanico e brillante, calcolatore e stratega, ma anche affettuoso e seducente. Frank non è immune al suo carisma e diventa il suo guardiaspalle, il suo consigliere e, forse, il suo miglior amico...

"The Irishman" è un'epopea gangster malinconica, intima e ampia, che stratifica  progressivamente tutto quanto sappiamo sul cinema di Martin Scorsese, del quale è un compendio, e sull'abilità recitativa di tre mostri sacri del grande schermo finora mai apparsi insieme. Che l'intento del maestro italoamericano fosse quello di costruire un anti "Quei bravi ragazzi" è dichiarato fin dal primo, magnifico piano sequenza, che rispecchia (al contrario) il suo capolavoro del '90. Il regista tiene a freno tutto ciò che in passato è stato la sua cifra distintiva: il ritmo adrenalinico, le carneficine in piena vista, la fascinazione romantica del crimine. Dentro il film ci sono i temi a lui più cari - colpa e redenzione - all'interno di personaggi così imbevuti della cultura della sopravvivenza e della sopraffazione da ritenersi esclusi dal perdono, e immancabilmente costretti a fare ciò che va fatto perché "è così e basta". Lo sguardo morale è affidato interamente ai personaggi femminili, di disapprovazione silenziosa, o di complicità rassegnata. Un'ironia impassibile caratterizza i dialoghi da antologia con cui i protagonisti raccontano la Storia come una continua interferenza con quella parallela di Cosa Nostra. De Niro capitalizza la sua abilità di aprire spiragli nella maschera  indecifrabile di un uomo qualunque; Pesci gli fa a gara in sottrazione,  contraddicendo la sua reputazione di esibizionista; e Pacino controlla i toni enfatici a favore di un'irresistibile bonomia. Il viaggio di questi tre personaggi attraverso gli Stati Uniti e la Storia americana è la stoffa di cui è fatto il cinema.

 
 

Nuovofilmstudio

  • Mercoledì 8 Gennaio 15:30
  • Mercoledì 8 Gennaio 20:30

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
ArciRaindogsCattivi Maestri Nuovofilmstudio
   © Consorzio Officine Solimano APS Arci - Piazza Rebagliati - 17100 Savona - C.F.92093810098                  • 25 gennaio 2020 •