Le Officine Cinema Teatro Musica
◄ Torna indietro

L’uomo che vendette la sua pelle (The man who sold his skin)

 
 

di Kaouther Ben Hania, con Yahya Mahayni, Monica Bellucci, Koen De Bouw - Tunisia/Francia/Belgio/Germania/Svezia 2020, 90’

mar 02 novembre (15.30)  

Candidato Oscar 2021 per miglior film internazionale. Vincitore del premio miglior attore a Venezia 77 nella sezione Orizzonti (Yahya Mahayni). Nel cast anche un'inedita Monica Bellucci.
  
Sam Ali, un giovane siriano sensibile e impulsivo, fugge dalla guerra lasciando il suo paese per il Libano. Per poter arrivare in Europa e vivere con l’amore della sua vita, accetta di farsi tatuare la schiena da uno degli artisti contemporanei più intriganti e sulfurei del mondo. Trasformando il proprio corpo in una prestigiosa opera d’arte, Sam finisce per rendersi conto che la sua decisione potrebbe non significare la libertà….  
 
«L'idea per “L’uomo che vendette la sua pelle” è nata nel 2012. Ero al Louvre di Parigi, all'epoca dedicavo una retrospettiva all'artista belga Wim Delvoye. Là ho visto, negli appartamenti Napoleone III, l’opera d’arte vivente Tim (2006 - 08). Delvoye aveva tatuato la schiena di Tim Steiner, che stava seduto su una poltrona senza maglietta e mostrava il disegno dell’artista. Da quel momento questa immagine singolare e trasgressiva non mi ha abbandonata. Questo film è l’incontro tra due mondi, quello dell'arte contemporanea e quello dei rifugiati: due mondi chiusi che sono governati da codici completamente diversi. Da un lato l'elite in cui libertà è la parola chiave, dall’altro una realtà fatta di sopravvivenza in cui l'assenza di scelta è la preoccupazione quotidiana. Il film è un patto faustiano tra privilegiati e dannati. Sam Ali accetta di vendere la schiena al diavolo perché non ha scelta, ed entra così nella sfera ipercodificata dell'arte contemporanea. Il suo sguardo apparentemente ingenuo e ignorante presenta questo mondo da una prospettiva diversa da quella solitamente mostrata dall'establishment culturale. Sam viene esposto, messo in mostra, venduto, spinto da una parte all'altra. Di fronte a un destino eccezionale, in preda al conflitto interno, cercherà di riconquistare la sua dignità e la sua libertà». (Kaouther Ben Hania).   

  
 
Per assicurarvi i posti a sedere vi consigliamo di acquistare i biglietti in prevendita su https://www.liveticket.it/nuovofilmstudio solamente nuclei famigliari, conviventi, congiunti e autorizzati possono acquistare posti vicini. Questo aspetto afferisce alla responsabilità individuale.        
 
ATTENZIONE, per acquistare in prevendita tramite smartphone aprire il link https://www.liveticket.it/https://www.liveticket.it/nuovofilmstudio in una pagina di browser esterno a facebook; i biglietti in prevendita sono acquistabili anche con 18app e Carta del Docente.  
  




 
 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
ArciRaindogsCattivi Maestri Nuovofilmstudio
   © Consorzio Officine Solimano APS Arci - Piazza Rebagliati - 17100 Savona - C.F.92093810098                  • 27 novembre 2021 •