Le Officine Cinema Teatro Musica
◄ Torna indietro

Leonora addio

 

  • Martedì 24 Maggio 15:30
  • Martedì 24 Maggio 21:00

 

di Paolo Taviani, con Fabrizio Ferracane, Matteo Pittiruti, Dania Marino - Ita 2022, 90’  
 
mar 24 maggio 15.30 - 21.00
mer 25 maggio 18.00  
 

Luigi Pirandello riceve il premio Nobel per la letteratura nel 1934, e muore nel 1936. Lascia detto di non volere un funerale in pompa magna, e le sue ceneri vengono custodite modestamente al cimitero del Verano a Roma. Ma nei desideri dello scrittore c'era anche di ricongiungersi alla sua Sicilia, e così, dopo la guerra, un emissario del comune di Agrigento parte da Roma con una cassa di legno che ne custodisce i resti, pronto a salire su un aereo messo a disposizione da De Gasperi. Il viaggio, però, si rivelerà da subito più complesso del previsto...

 

A tre anni dalla morte di Vittorio, Paolo Taviani si rimette al lavoro in solitaria con un film in cui la presenza del fratello è ancora straordinariamente viva. "Leonora addio" racconta la rocambolesca avventura delle ceneri di Pirandello fino alla tribolata sepoltura avvenuta dopo quindici anni dalla morte. E a chiudere il film “Il chiodo”, l’ultimo racconto di Pirandello scritto venti giorni prima di morire.  
 
«L’idea risale a quando abbiamo completato "Kaos": il racconto delle “ceneri di Pirandello” avrebbe potuto concludere il film. Non era una novella di Pirandello, ma la storia ci fece comprendere come sarebbe stato possibile fare una novella nostra che nascesse dallo stesso humus dei racconti pirandelliani. Le risorse però erano finite e il progetto fu rimandato. Nella prima sceneggiatura del film c’era una scena tratta dal racconto "Leonora addio", dove la protagonista canta alle figlie un’aria dal Trovatore. Nel montaggio la scena è stata sacrificata, perché? Perché un film finisce di trasformarsi solo a copia campione. Cambiare il titolo allora? No, è uno dei titoli più appassionati di Pirandello. Il titolo è rimasto, anche se la scena non c’è più, e di Verdi neanche una nota. Questo viaggio in treno è tutto vero e tutto finto. La storia del viaggio delle ceneri era stata già raccontata da diversi bravi, alcuni famosi, autori siciliani, ognuno rispettando e non rispettando la realtà. Passeranno poi molti anni ancora, e molte altre vicende burocratiche o grottesche, ma alla fine tutto andrà come voleva Pirandello, nel rispetto delle sue disposizioni testamentarie e le ceneri in parte murate “nella rozza pietra” e in parte disperse nel mare di Sicilia». (Paolo Taviani)  
  
«Sia lasciata passare in silenzio la mia morte. Agli amici, ai nemici preghiera non che di parlarne sui giornali, ma di non farne pur cenno. Né annunzi né partecipazioni. Morto, non mi si vesta. Mi s'avvolga, nudo, in un lenzuolo. E niente fiori sul letto e nessun cero acceso. Carro d'infima classe, quello dei poveri. Nudo. E nessuno m’accompagni, né parenti, né amici. Il carro, il cavallo, il cocchiere e basta. Bruciatemi. E il mio corpo appena arso, sia lasciato disperdere; perché niente, neppure la cenere, vorrei avanzasse di me. Ma se questo non si può fare sia l’urna cineraria portata in Sicilia e murata in qualche rozza pietra nella campagna di Girgenti, dove nacqui». (Luigi Pirandello)
  
   

   
Per assicurarvi i posti a sedere vi consigliamo di acquistare i biglietti in prevendita su https://www.liveticket.it/nuovofilmstudio  Vi invitiamo a consultare la normativa che prevede le misure per l'accesso ai cinema https://bit.ly/3c0Klpq  
 
ATTENZIONE, per acquistare in prevendita tramite smartphone aprire il link https://www.liveticket.it/nuovofilmstudio in una pagina di browser esterno a facebook; i biglietti in prevendita sono acquistabili anche con 18app e Carta del Docente.  

  

  

 
 

Nuovofilmstudio

  • Martedì 24 Maggio 15:30
  • Martedì 24 Maggio 21:00

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
ArciRaindogsCattivi Maestri Nuovofilmstudio
   © Consorzio Officine Solimano APS Arci - Piazza Rebagliati - 17100 Savona - C.F.92093810098                  • 22 maggio 2022 •