Le Officine Cinema Teatro Musica
◄ Torna indietro

Elvis

 

  • Martedì 13 Settembre 15:00
  • Martedì 13 Settembre 18:00
  • Martedì 13 Settembre 21:00

 

di Baz Luhrmann, con Austin Butler, Tom Hanks - USA 2022, 159'  
    
mar 13 settembre 15.00 - 18.00 - 21.00
mer 14 settembre 15.00 - 18.00 - 21.00  
  
Nascita, crescita, apoteosi e inizio di declino del mito Elvis Aaron Presley, vengono raccontati e riletti dal punto di vista del suo manager di tutta una vita: il Colonnello Tom Parker. La dirompente ascesa di un'icona assoluta della musica e del costume che raggiunse un livello di celebrità senza precedenti, sullo sfondo di un panorama culturale in evoluzione e della perdita dell'innocenza in America.  
 
Sontuoso come uno show di Las Vegas, ma senza l’eccesso di barocchismi a cui ci ha abituato Baz Luhrmann, "Elvis" è una parabola dell’eterna lotta tra Bene e Male in cui a soccombere è purtroppo chi ingenuamente ha venduto l’anima al diavolo. Opulento e carico di suggestioni, naturalmente ha nelle musiche il suo punto di forza, opportunamente arrangiate per portare al pubblico contemporaneo canzoni che fanno parte della storia del mondo.  
 
«Sin dai tempi in cui la mia famiglia aveva un piccolo cinema e facevamo le matinée con i film di Elvis, il Re del rock’n’roll è sempre stato lì. Scelsi “Burning Love” come brano per il mio numero a una gara di ballo e poi per un po’ è scomparso, soppiantato da Bowie e altri, ma ero più consapevole della sua influenza. La verità è che non volevo fare un biopic classico, così come Shakespeare usava figure storiche per esplorare temi molto più grandi. Quando hai trent'anni racconti una storia in maniera differente, e quel modo ancora mi piace da morire, quello è il mio stile. Ma in questo caso volevo essere molto preciso, volevo davvero riprodurre la realtà, e il mio realismo magico aumentato non era davvero la cosa migliore. Ho dovuto trovare un linguaggio calibrato in modo diverso e non è stato affatto male: il film è venuto più asciutto e, credo, molto più realistico. Ho sempre pensato di fare film per il futuro, non per il presente. "Elvis" mi ha ricordato molto "Romeo + Giulietta", quando sul set lessi con un giovane attore (Leonardo DiCaprio) che lavorava con me una sceneggiatura che gli avevano proposto, a proposito di una grande barca e di un iceberg. La stessa cosa sta succedendo con Austin Butler, è nata una nuova stella luminescente. In sei mesi è passato dal suscitare curiosità alle copertine in tutto il mondo. Poi c’è la discussione attorno al film, come succede sempre per me, anche questa è energia. La cosa che mi interessa non è che il film sia un successo oggi, ma che lo sia in futuro. "Romeo + Giulietta" credo sia più fresco adesso di quando uscì. Lavoro per il futuro, per lasciare qualcosa». (Baz Luhrmann)  
  
  
  

 
 
 

Nuovofilmstudio

  • Martedì 13 Settembre 15:00
  • Martedì 13 Settembre 18:00
  • Martedì 13 Settembre 21:00

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
ArciRaindogsCattivi Maestri Nuovofilmstudio
   © Consorzio Officine Solimano APS Arci - Piazza Rebagliati - 17100 Savona - C.F.92093810098                  • 30 settembre 2022 •