Le Officine Cinema Teatro Musica
◄ Torna indietro

Un'ombra sulla verità (L'homme de la cave)

 
 

di Philippe Le Guay, con François Cluzet, Jérémie Renier, Bérénice Bejo - Francia 2021, 114'  
   
sab 17 settembre 18.00 
  
A Parigi, Simon ed Hélène decidono di vendere una cantina nello stabile in cui abitano. L'acquirente, Jacques Fonzic, un uomo di una sessantina d'anni che dice di passare un periodo difficile dopo la morte della madre, è in realtà uno storico negazionista escluso dall'insegnamento. Impossibilitato ad annullare la vendita, Simon entra in conflitto con la moglie Hélène, la quale si interessa alle idee di Fonzic. Gradualmente la presenza sconvolgerà la vita della coppia...  
 
"Un'ombra sulla verità" è il nuovo lungometraggio di Philippe Le Guay ("Molière in bicicletta", "Le donne del 6° piano"). Un thriller che affronta il tema del negazionismo con un cast perfettamente in parte: François Cluzet, Jérémie Renier e Bérénice Bejo.  
 
«Sono partito da una storia vera, quindi da un lato si tratta di un racconto realistico, ma è al tempo stesso una metafora, una parabola, una sorta di simbolo. Ed è davvero raro che in una stessa storia, in uno stesso evento esistano questi due livelli: l’aspetto reale e l’aspetto immaginifico che mi permette di rielaborarlo. Nel cinema il negazionismo non è stato trattato quasi mai per un motivo molto semplice: lo si può definire un personaggio mentale, cioè colui che vuole distruggere un’idea sostituendola con un’altra idea quindi quanto più anticinematografico ci possa essere. Tutti i condomini dell'edificio in cui Fonzic si rintana, hanno una differente idea su questo soggetto via via che il veleno penetra nella loro mente. Volevo che anche lo spettatore subisse il fascino di Fonzic che all’inizio ha un fare molto seducente, solo alla fine si toglie la maschera e mostra il suo vero volto. Il mio riferimento letterario principale è stato Edgar Allan Poe che nei suoi racconti ha spesso usate le cantine come luoghi simbolo, pensiamo a "Il pozzo e il pendolo" o "Il cuore rivelatore". Quando scrivo una storia, il pubblico è un vero e proprio interlocutore: è come una partita di tennis dove amo sorprenderlo e stupirlo». (Philippe Le Guay)  
  
 

 
 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
ArciRaindogsCattivi Maestri Nuovofilmstudio
   © Consorzio Officine Solimano APS Arci - Piazza Rebagliati - 17100 Savona - C.F.92093810098                  • 30 settembre 2022 •