Le Officine Cinema Teatro Musica
◄ Torna indietro

Suspiria

 
 

di Dario Argento, con Jessica Harper, Stefania Casini, Alida Valli - Italia 1977, 97’ 
Introduzione a cura di Alberto Ghiazza  
  
Restaurato in 4K, partendo dal negativo originale e preservandone la qualità originale, per il 40simo anniversario dell\\\\\\\'uscita del film. L\\\\\\\'operazione è stata effettuata dal laboratorio tedesco TLEFilms Film Restoration & Preservation Services. Il film è stato girato con negativi EastmanColor ed è stata l’ultima grande produzione di questo genere ad aver usato il processo “Technicolor Dye Transfer”. 
  
mer 21 feb (18.00)  
 
Una giovane ballerina americana arriva a Berlino per un’audizione di danza. Ben presto, la ragazza viene a conoscenza di un terribile segreto che le direttrici della compagnia tentano di nascondere.  
 
Suspiria di Dario Argento è un’iconica opera dell’horror italiano, distribuita in sala nel 1977. Il film è celebre per la sua estetica visiva straordinaria, la colonna sonora accattivante dei Goblin e la trama avvincente che mescola il sovrannaturale con l’horror psicologico. Il restauro proposto è quello curato dal direttore della fotografia Luciano Tovoli, fedele ai colori della pellicola Technicolor originale. La regia di Argento è magistrale nel creare un’atmosfera tesa e surreale. Un’esperienza cinematografica unica che ha lasciato un’impronta duratura nel genere dell’horror. Il film, almeno nelle sue fondamenta più mitologiche, prende ispirazione dal romanzo Suspiria De Profundis (1845) di Thomas de Quincey nel quale l’autore inglese presenta le Nostre Signore del Dolore. De Quincey (oltre che essere un personaggio a dir poco interessante, suo è l’aforisma ’’Un quarto dell’infelicità umana è causata dal mal di denti’’) teorizza l’esistenza delle Tre Mater, streghe molto potenti, compagne della dea protettrice dei neonati Levana, chiamate Mater Lachrymarum (Nostra Signora delle Lacrime), Mater Suspiriorum (Nostra Signora dei Sospiri) e Mater Tenebrarum (Nostra Signora dell’Oscurità). Sono queste muse del terrore che spingeranno Dario Argento alla creazione di una propria mitologia personale delle Madri, molto dettagliata e simbolica che verrà poi ampliata e approfondita nelle due successive pellicole Inferno (1980) e La Terza Madre (2007).  
  
   
   
Potete acquistare i biglietti in sala prima degli spettacoli oppure in prevendita su https://www.liveticket.it/nuovofilmstudio (aprite il link in un browser esterno a Facebook, altrimenti non visualizzerete i posti disponibili!).  

 
 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
ArciRaindogsCattivi Maestri Nuovofilmstudio
   © Consorzio Officine Solimano APS Arci - Piazza Rebagliati - 17100 Savona - C.F.92093810098                  • 02 marzo 2024 •