Le Officine Cinema Teatro Musica

con il sostegno di

Regione Liguria Unione Europea Fondazione De Mari Europa Cinemas Fondazione San Paolo

partner

Savona e Dintorni Libraccio Savona Radio SkyLab Fai
  
  
Da venerdì 08 luglio a lunedì 11 luglio Nuovofilmstudio propone:

"Gagarine - proteggi ciò che ami" - 
 
"L'audizione 
(Das Vorspiel)"
  

Gagarine - proteggi ciò che ami
di Fanny Liatard, Jérémy Trouilh
con Alséni Bathily, Lyna Khoudri, Jamil McCraven
Francia 2020, 97'

ven 8 lug (17.00)
sab 9 lug (21.00)
dom 10 lug (18.00)
lun 11 lug (21.00)

Youri, 16 anni, ha vissuto tutta la sua vita a Gagarine Cité, un vasto progetto di alloggi popolari in mattoni rossi situato nella periferia di Parigi. Dall’alto del suo appartamento, il ragazzo ha sempre sognato di diventare un astronauta. Ma quando trapelano i piani per demolire il complesso immobiliare, Youri si unisce alla resistenza. Con i suoi amici Diana e Houssam, intraprende una missione per salvare Gagarine, trasformando la proprietà immobiliare nella sua “astronave”, prima che scompaia nello spazio per sempre... 

Con "Gagarine - proteggi ciò che ami", Fanny Liatard e Jérémy Trouilh riescono a reinventare abilmente il genere del realismo sociale tingendolo di onirismo spaziale e resistenza epica. Il film è stato girato poco prima e durante la demolizione, avvenuta nell’estate del 2019, del progetto abitativo Cité Gagarine, in collaborazione con i suoi residenti a Ivry-sur-Seine. «Nella nostra mente, l’adolescente Youri e l’edificio dialogano costantemente tra loro. Pensando al protagonista, ci siamo immaginati i suoi genitori mentre vivevano nel loro appartamento di Gagarine, intenti a decidere il nome del futuro nascituro, ispirati proprio dal luogo. Youri è cresciuto in questo palazzo e ha sviluppato una fervida immaginazione. La scomparsa definitiva dell'edificio significa dover seppellire i ricordi della sua infanzia e i sogni che sono cresciuti con lui, oltre a dover abbandonare la comunità di persone che da sempre gli è stata accanto. Youri è un ragazzo in equilibrio, o meglio in bilico. Le sue radici sono ben salde nel complesso abitativo, ma la sua testa è fra le stelle, in una continua oscillazione fra sogno e realtà, passato e presente. L’idea di raccontare questo luogo ci ha entusiasmato fin dall’inizio. Nel 2014 ci siamo recati a Parigi. A quel tempo, alcuni amici architetti furono ingaggiati per studiare un progetto per una possibile demolizione di Gagarine. Ci chiesero quindi di girare dei video che ritraessero il palazzo e i suoi inquilini. Siamo stati fin da subito catapultati nell'edificio ed entrati in contatto con le persone che lo abitavano. Abbiamo quindi iniziato a scrivere un cortometraggio, il quale si è arricchito di volta in volta grazie anche al contributo dei residenti che man mano si accingevano a lasciare il palazzo. Uno degli abitanti del luogo ci ha detto che, negli anni Sessanta, Yuri Gagarin venne a inaugurare il progetto abitativo che porta per l’appunto il suo nome. A pensarci, una scena totalmente surreale, con il primo uomo nello spazio di ritorno dalla sua missione che si ritrova all’inaugurazione di un complesso abitativo nella periferia di Parigi. Abbiamo recuperato i filmati d’archivio della sua visita. Il cosmonauta e l’edificio sono entrambi simboli di speranza e progresso. Abbiamo deciso di aprire il film con queste immagini proprio per questo motivo. Volevamo che Youri fosse consapevole e affascinato da questo evento così eroico del passato, tanto da far sì che i suoi sogni rivolti allo spazio prendessero forma proprio in quella casa, a Gagarine». (Fanny Liatard, Jérémy Trouilh)  
  
  

L'audizione
(Das Vorspiel) 
di Ina Weisse
con Nina Hoss, Simon Abkarian, Ilja Monti
Ger/Fra 2019, 99'  

ven 8 lug (21.00)
sab 9 lug (17.00)
dom 10 lug (21.00)
lun 11 lug (18.00)  
 
Anna Bronsky è un’insegnante di violino in un liceo musicale a Berlino. Nonostante l’opposizione da parte degli altri insegnanti, Anna spinge per l’ammissione di uno studente, Alexander, nel quale vede uno straordinario talento. Lavorerà con grande dedizione per prepararlo all’esame intermedio, trascurando così la sua famiglia, suo figlio Jonas e il marito Philippe. Il suo collega Christian, con cui ha una relazione, la convince a entrare a far parte di un quintetto, ma la sua esibizione si rivela un disastro. Dopo questo evento umiliante, Alexander diventa l'unico obiettivo di Anna e la distanza tra lei e la sua famiglia cresce drammaticamente...

Il secondo film di Ina Weisse, sostenuto dall'intensa interpretazione di Nina Hoss, segue una donna ossessionata dalla ricerca del successo che trascura la sua famiglia. «La mia co-sceneggiatrice Daphne Charizani ed io abbiamo suonato per molti anni, lei il violoncello ed io il violino, e siamo state anche membri di un’orchestra. Quindi, quel mondo, che spesso non è altro che una sorta di regime dove si susseguono strazianti e interminabili prove, ci era molto familiare. Abbiamo deciso di descrivere quel processo, tutto quel lavoro che c’è dietro la musica e cercato di raccontare lo strappo intimo, lo stato d’insicurezza della protagonista. Quando metti in discussione tutto, quando sei molto esigente con te stessa e in ansia per un possibile fallimento, diventi vulnerabile perché sai che nessuno potrà mai liberarti da questo tuo dubbio. Anna è convinta che tutto debba essere subordinato alla musica, che bisogna combattere incessantemente, che anche se tu dai tutto, niente è mai abbastanza buono né abbastanza completo, e questo la sottomette a una pressione tremenda. Ciò che conta per lei è questo ragazzo, ma alla fine è anche se stessa. L'origine del dramma è la sua ricerca dell'assoluto e della sua inflessibilità con se stessa. Ma questa non è una scusa per l'abuso di potere nell'istruzione. Ogni famiglia reagisce in modo personale. Tuttavia, la pressione che sperimenta chi inizia a studiare musica sin dall’infanzia, la costanza dell’esercizio che si può trovare anche nello sport, è un fenomeno mondiale». (Ina Weisse)
  
  

 
Per assicurarvi i posti a sedere vi consigliamo di acquistare i biglietti in prevendita su https://www.liveticket.it/nuovofilmstudio Vi invitiamo a consultare la normativa che prevede le misure per l'accesso ai cinema https://bit.ly/3c0Klpq   
  
ATTENZIONE, per acquistare in prevendita tramite smartphone aprire il link https://www.liveticket.it/nuovofilmstudio in una pagina di browser esterno a facebook; i biglietti in prevendita sono acquistabili anche con 18app e Carta del Docente.  

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
ArciRaindogsCattivi Maestri Nuovofilmstudio
   © Consorzio Officine Solimano APS Arci - Piazza Rebagliati - 17100 Savona - C.F.92093810098                  • 10 dicembre 2022 •